Separazioni e divorzi innanzi all'Ufficiale di Stato Civile

Uffici: Anagrafe, Elettorale, Leva e Stato civile

MODALITA'

Per concludere un accordo di separazione, di divorzio o di modifica delle precedenti condizioni di separazione o di divorzio, i coniugi possono comparire direttamente innanzi all'Ufficiale dello Stato Civile del Comune.
In questo caso l'assistenza degli avvocati difensori è facoltativa.

Competente a ricevere l'accordo è il Comune di:
  • celebrazione del matrimonio in forma civile;
  • celebrazione del matrimonio in forma religiosa;
  • trascrizione del matrimonio celebrato all'estero (da due cittadini italiani, o da un cittadino italiano e un cittadino straniero);
  • residenza di uno dei coniugi.
Condizioni per la sottoscrizione dell'accordo:
  • assenza di figli minori o figli maggiorenni portatori di handicap grave o economicamente non autosufficienti (vengono considerati solo i figli comuni alla coppia);
  • non può contenere patti di trasferimento patrimoniale;
  • 6 mesi ininterrotti di separazione personale dei coniugi per la proposizione della domanda di divorzio.
Nell'accordo verrà unicamente indicato che si perviene alla separazione ovvero al divorzio.

Una volta prenotato l'appuntamento con l'Ufficiale di Stato Civile, i coniugi dovranno presentarsi nella data stabilita consegnando la documentazione necessaria e una ricevuta di versamento di
€ 16,00 a titolo di diritto fisso, la cui modalità di versamento sarà indicata al momento della prenotazione dell'appuntamento. Nello stesso giorno verrà redatto l'accordo che sarà sottoscritto dalle parti.

L'Ufficiale dello Stato Civile deciderà poi con i coniugi una data per un nuovo appuntamento (da fissare oltre i 30 giorni dalla firma dell'accordo).

Nel giorno prestabilito entrambi i coniugi si dovranno ripresentare per confermare l'accordo sottoscritto. La conferma farà decorrere gli effetti della separazione o divorzio dalla data della sua prima sottoscrizione. La mancata comparizione equivarrà a mancata conferma dell'accordo stesso.