Dichiarazione di residenza

Uffici: Anagrafe, Elettorale, Leva e Stato civile

Le persone che cambiano abitazione all'interno del territorio comunale o provengono da altro comune italiano o dall'estero, entro 20 giorni dal trasferimento devono dichiarare il cambio di residenza all'Ufficio Anagrafe del Comune (il trasferimento deve essere già avvenuto o concomitante alla richiesta). La decorrenza coincide con la data della richiesta.

Le dichiarazioni possono essere inviate all'Ufficio Anagrafe:

DOCUMENTI DA ALLEGARE

La domanda deve essere presentata compilando l'apposito modulo (M1) ministeriale di dichiarazione di residenza, compilato in tutte le sue parti e sottoscritto dai componenti maggiorenni che dichiarano la residenza.
 
Alla domanda deve essere allegata:
  • copia dei documenti di identità in corso di validità dei dichiaranti e di tutti coloro che trasferiscono la residenza;
  • codice fiscale di tutti i componenti che trasferiscono la residenza;
  • se varia la residenza o indirizzo un minore insieme ad un solo genitore, è opportuno allegare la dichiarazione di conoscenza dell'altro genitore (modulo C);
  • chi è in possesso di patente e/o veicoli intestati, deve indicarlo negli appositi campi, in quanto la comunicazione sarà inviata telematicamente alla motorizzazione civile per gli aggiornamenti dell'indirizzo. A tal proposito si ricorda che l'aggiornamento della residenza non è più previsto né sulla patente né sulla carta di circolazione (non si riceverà nessun tagliando via posta). Per consultare i propri dati occorre utilizzare i servizi online del "Portale dell'automobilista";
Le dichiarazione di residenza  rese da cittadini NON italiani è necessario allegare l'ulteriore modulistica dettagliata (modulo A) per cittadini extracomunitari e (modulo B) per cittadini comunitari).
Nella dichiarazione anagrafica il richiedente, in applicazione di quanto previsto dall'art 5 del D.L. 47/2014 dovrà dichiarare alla pag. 4 del modulo, la titolarità dell'alloggio (rogito, contratto d'affitto, dichiarazione della disponibilità dell'alloggio a firma del proprietario o altro che dimostri la legale disponibilità dell'alloggio), pena nullità della richiesta.

TEMPI DEL PROCEDIMENTO

La registrazione della dichiarazione anagrafica, da parte dell'Ufficio Anagrafe, avviene nei due giorni lavorativi successivi alla ricezione della stessa.

Entro i successivi 45 giorni, dopo l'accertamento dei requisiti, senza che l'Anagrafe abbia provveduto ad inoltrare comunicazione di preavviso di rigetto, la nuova residenza si considererà confermata.

Qualora la dichiarazione risulti non corrispondente alla situazione di fatto, l'Anagrafe provvederà, previo preavviso di rigetto, ad annullare la nuova posizione anagrafica ripristinando, con effetto retroattivo, quella precedente. L'Ufficio provvederà a darne comunicazione, oltre che al dichiarante, al Comune di precedente iscrizione e, qualora sussistano i presupposti di cui agli artt. 75 e 76 del D.P.R. 445/2000 (dichiarazioni mendaci), all'Autorità di pubblica sicurezza.

Modulistica

  • MODULO A_RESIDENZA CITTADINI EXTRACOMUNITARI

    File PDF
  • MODULO B_CITTADINI COMUNITARI

    File PDF
  • MODULO C_GENITORE CHE NON SI TRASFERISCE

    File PDF
  • MODULO DICHIARAZIONE RESIDENZA

    File PDF