Sotto mentite spoglie

All'Open Box del Museo MAGI la personale di Antonio Marino
Sotto mentite spoglie
Quando dal 11/02/2018 alle 11:00
al 28/02/2018 alle 18:00
Dove Museo MAGI 900, via Rusticana 1/A
Aggiungi l'evento al calendariovCal
iCal

Antonio Marino - Sotto mentite spoglie

A cura di Beatrice Buscaroli

Inaugurazione domenica 11 febbraio ore 11.00
SPAZIO OPEN BOX
Ingresso libero

Si apre domenica 11 febbraio alle ore 11.00 presso lo spazio espositivo Open Box del Museo Magi‘900 la mostra Sotto mentite spoglie di Antonio Marino, artista che si esprime nell’ambito di un linguaggio strettamente legato alla figurazione, reinterpretando la tradizione attraverso dipinti e sculture espliciti ma al contempo elusivi.

Come scrive la storica dell’arte Beatrice Buscaroli, curatrice della mostra, Antonio Marino, attraverso la pregevolezza di una tecnica compositiva ed esecutiva che si è via via sempre più raffinata, crea una serie di immagini che insistono proprio su quelle ambiguità: non è tanto interessante che cosa sia ritratto, chi sia il soggetto che anima la rappresentazione, ma piuttosto che cosa sia l’atto del ritrarre. Vale a dire quale processo si inneschi all’interno di quella relazione complessa, ambivalente, e certo anche divertente, tra l’apparire di un’immagine e l’atto che la genera. Tra le “mentite spoglie” del Sé che viene restituito alla disponibilità della nostra visione e l’atto pittorico che genera queste “spoglie”.

Tra le opere inedite esposte figurano, infatti, ritratti e nudi, proposti attraverso l’introduzione del cemento, utilizzato come superficie che simula l’affresco o per modellare gli altorilievi, presenze plastiche che escono dalla parete illuminandosi come misteriose apparizioni.

Nato a Reggio Calabria nel 1974, l’artista si è formato all’Accademia Clementina di Bologna. Docente di disegno e storia dell’arte, ha all’attivo numerose esposizioni. La sua produzione artistica è caratterizzata dall’uso privilegiato del colore rosso, una scelta nata da studi sulla percezione visiva che segna tutto il suo percorso espressivo.

Azioni sul documento