Tu sei qui:Home / Servizi on-line / Calendario degli eventi / 2014-gennaio-febbraio-marzo / Save Italy per Pieve di Cento

Save Italy per Pieve di Cento

Quando 10/01/2014
dalle 20:45 alle 23:35
Aggiungi l'evento al calendariovCal
iCal

Philippe Daverio

Si completano con questo importante evento le cerimonie per la riapertura del Teatro e del Museo della Musica.

La presentazione del Museo della Musica vedrà infatti la partecipazione straordinaria del critico d'arte, giornalista e conduttore televisivo Philippe Daverio e del consulente museale Massimo Negri, che porteranno a Pieve SAVE ITALY.

Con Daverio si esibirà l'ensemble a pizzico CAPUT GAURI - Liuto gentile: musica italiana per ensemble a plettro tra ‘800 e ‘900

GALLERIA FOTOGRAFICA

Caput gauri

Programma:

Rosario GARGANO (1879-1962) - Liuto Gentile

Giuseppe VERDI (1813 -1901) - Preludio Atto I da “Traviata” 

Luigi MOZZANI (1869-1942) - Au crépuscule

Carlo MUNIER (1859-1911) - Serenata dal Don Giovanni

Joseph SILVESTRI (1841-1921) - Serenade d’autrefois (Serenata Medievale)

Giuseppe BRANZOLI (1835-1909) - Fioretti tremuli

Giovanni Battista MARZUTTINI (1863-1943) - Spensierata Polka

Pietro MASCAGNI (1863-1945) - Intermezzo sinfonico da Cavalleria Rusticana

Giacomo SARTORI (1869-1946) - In barchetta sul Garda – Gavotta

Raffaele CALACE (1863-1934) - Rondò op. 127

Claudio MANDONICO (1957*) - Calace Rag

Giovanni GIOVIALE (1885-1949) - Tarantella 


mandolini: Stefano Maciga, Fabrizio Mangolini, Benito Turatti, Sergio Zigiotti
mandole tenore: Marco Barboni, Cristiano Pistone
chitarre: Giulio Arnofi, Lisa Brancaleoni, Alessandro Tessarin
contrabbasso: Marco Fusetti


L’ensemble a plettro Caput Gauri è stato fondato nel 1998, espressione dell’Associazione Musicale Pomposiana, un ente non commerciale che si occupa della promozione e della divulgazione della cultura musicale.
 “Caput Gauri” è l’antico nome di Codigoro, il comune del basso ferrarese dove ha sede l’antica abbazia di Pomposa, situata sulla via Romea, tra Ravenna e Venezia. In questo luogo di studio e sacralità, il monaco Guido ha inventato il metodo di notazione musicale che sta alla base della moderna scrittura musicale.
L’intento principale è la rivalutazione della musica originale o trascritta che rappresenti adeguatamente la sonorità e le peculiarità degli strumenti a pizzico.
Tutti i suoi elementi hanno pluriennale esperienza musicale in altri sodalizi: con questa formazione, vogliono approfondire ulteriormente lo studio e la ricerca del repertorio specifico.
Collabora assiduamente con strumentisti e cantanti di notevole caratura artistica, alla ricerca di repertori originali e di qualità.
L’orchestra è stata invitata a partecipare ad importanti manifestazioni in Italia e all’estero (Festival Giocoso a Graz in Austria; Rassegna Regionale della Federazione Mandolinistica, Festival Internazionale di Remiremont in Francia; XXXIX Stagione Concertistica “Musica Pomposa”; “Musei aperti” per la Sovrintendenza di Ferrara e Ravenna, “Musei di sera” a Trieste) riscuotendo consensi per la scelta dei brani e la qualità delle proprie interpretazioni.
L’ensemble ha al suo attivo due produzioni discografiche: il primo prodotto dalla “Qb Forme” dedicato alla musica italiana per strumenti a plettro e il secondo “DANZE E BALLI DAL XVI AL XXI SECOLO” Pretesti musicali per ensemble a pizzico.
Si è classificato tra i vincitori del III Concorso Internazionale “Giacomo Sartori” di Ala (TN) aggiudicandosi anche il “premio speciale” della giuria per la migliore interpretazione del brano composto dal musicista trentino al quale è dedicata la manifestazione.
 

 

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

Inviti presso la Biglietteria del teatro - URP del Comune di Pieve di Cento, dal 2 gennaio 2014

(orari: martedì 10-13, giovedì 16-18, sabato 10-13)

   
Azioni sul documento
archiviato sotto: ,