Tu sei qui:Home / Notizie / 2017 / Incontri d'arte: Tradurre il Reale con Luca Pozzi

Incontri d'arte: Tradurre il Reale con Luca Pozzi

Pieventi - Martedì 21 giugno dalle 18.00
Incontri d'arte: Tradurre il Reale con Luca Pozzi

Lo spazio espositivo di Porta Bologna ed il Cortile della Rocca ospiteranno due momenti di approfondimento per gli Incontri d'arte: Tradurre il reale.

Il primo appuntamento è martedì 20 giugno con ospite Luca Pozzi (Milano).

Dalle 18.00 alle 20.00 sarà visibile un'installazione temporanea presso Porta Bologna.

Dalle 21.00 si terrà, nel suggestivo cortile della trecentesca Rocca, The Messages of Gravity, una lezione serale. 

Luca Pozzi (Milano, 1983) è artista visivo, curatore, saggista e mediatore culturale. Dal 2009 collabora con diverse comunità scientifiche tra cui la Loop Quantum Gravity (Perimeter Institute, Ontario, CA), il Compact Muon Solenoid (CMS, CERN, Ginevra) e il Fermi Large Area Telescope laboratory (INFN, NASA). Tra le mostre e gli interventi personali più recenti si ricordano Blazing Quasi-Stellar Object, CERN (Ginevra, 2017) e The Messengers of Gravity, Museo Ettore Fico (Torino, 2015); mentre tra le mostre o partecipazioni collettive più recenti Time Specific Artist Lectures - Site Specific Artist Lectures, Museo della Specola (Bologna, 2017) e Higher Atlas, quarta Biennale di Marrakech, 2012. Nel 2011 ha inoltre curato T.O.E [Theory of Everything] presso il CAB Bastille di Grenoble (2011), mostra a cui hanno preso parte anche membri della comunità scientifica internazionale tra cui Carlo Rovelli, Roger Penrose e Abhay Ashtekar.

Lo spazio-tempo è un contenitore onnicomprensivo, dove tutto è accanto all'altro in senso olistico, è una strana sensazione di tempo congelato. Passato, presente e futuro sono indistinguibili. Una serie di corrispondenze multidisciplinari converge in una rete di pura informazione oltre i confini geografici, politici e linguistici. L’importanza degli aspetti meno intuitivi della realtà è cruciale: gravità quantistica, teletrasporto, entanglement, augmented reality, viaggi nel tempo, cosmologia e biodiversità. La lezione metterà in luce un’inedita correlazione tra fisica teorica, informatica e storia dell’arte.

Sarà presente uno Street Food & Beverage corner.

Azioni sul documento