Tu sei qui:Home / Notizie / 2015 / Riqualificata la sede delle associazioni

Riqualificata la sede delle associazioni

Presso il Parco Don Celso Venturi
Riqualificata la sede delle associazioni

CGIL, CISL E UIL hanno sostenuto due azioni specifiche a Pieve di Cento, dopo il sisma del 2012,  riguardanti le politiche giovanili. La prima riguarda l’inaugurazione, avvenuta nella giornata di sabato 12 settembre 2015 al Parco Don Celso Venturi di Pieve di Cento, della sede delle associazioni Cromozona e Cagnòn carnevalesca, riqualificata grazie al contributo dei Sindacati CGIL, CISL e UIL.

La cerimonia ha visto l’intervento dei rappresentanti dei Sindacati, Maurizio Lunghi, Segretario generale di CGIL e Nadia Tolomelli, CGIL, Alberto Schincaglia, della segreteria generale area bolognese di CISL, del Sindaco Sergio Maccagnani, dell’Assessore alle politiche giovanili Alice Tassinari e della Presidente dell’Associazione giovanile Cromozona Elisa Alberghini.

Il momento inaugurale

Cromozona è un'associazione giovanile composta da una ventina di giovani ventenni, nata a Pieve lo scorso aprile con lo scopo di creare momenti di aggregazione giovanile per promuovere il dialogo, la cultura e sviluppare il senso civico nei cittadini.

L’inaugurazione è avvenuta all’interno dell’iniziativa Liber’Arti, organizzata dall’Associazione Cromozona, una giornata di attività dedicate a bambini, famiglie e giovani, tra cui yoga, parkour, giocoleria, teatro e musica dal vivo. Altro protagonista della giornata è stato il laboratorio di stencil e la riqualificazione, attraverso la realizzazione di un wall painting, della casetta dell'Enel presente all'interno del parco, entrambi ad opera di Michelangelo Giuffrida e di un team artistico composto da giovani di varie provenienze.

Il collettivo artistico al lavoro sul murales

La seconda attività ha invece riguardato un progetto didattico specifico rivolto alle classi prime della Scuola Media di Pieve che ha visto la realizzazione dell’imponente murales sulle pareti esterne della palestra scolastica. Il Murales intitolato 64 mani ha visto l’intervento di tanti ragazzi delle scuole medie che, guidati dagli artisti Tellas, Ciredz e G.Loois, hanno imparato l’arte del murales dipingendo 3 pareti delle scuola media.

 

“64 mani”, il murales presso le Scuole Medie di Pieve di Cento 

Azioni sul documento