Tu sei qui:Home / Notizie / 2015 / Il cunto

Il cunto

Sabato 24 gennaio torna VocAzioni a teatro
Il cunto

Teatro Comunale A. Zeppilli
Sabato 24 gennaio 2015, ore 21.00

Per la rassegna VocAzioni
Figli d’Arte Cuticchio presenta

IL CUNTO
di e con Mimmo Cuticchio

Il ritmo sincopato del cunto, di origine misteriosa e antichissima, scandisce l’epopea per voce sola che Mimmo Cuticchio, il maggiore puparo e cuntastorie del nostro tempo, porta nelle piazze e nei teatri del mondo. Un colpo del piede sulla pedana, un gesto imperioso della spada ricevuta come eredità iniziatica dal maestro Peppino Celano, e la voce possente di Cuticchio chiama a raccolta intorno alle avventure cavalleresche di Orlando e dei Paladini di Francia, che per secoli i giullari cantarono lungo le strade d’Europa, tessendo un tappeto coloratissimo di immagini con le scarne formule della tradizione orale. Un fastoso teatro della memoria si spalanca nel breve recinto del cunto, in cui «ricordare» significa di nuovo, secondo l’etimologia cara al Medio Evo, «rimpatriare nel cuore». La parola cuntu è un termine dialettale per definire il racconto, ma il cuntista racconta soltanto storie epico-cavalleresche, con una scansione metrica, una gestualità del corpo, una mimica del viso necessari per la definizione dei personaggi.

Info e biglietti>>

Inoltre domenica 25 gennaio alle ore 16.00 Mimmo Cuticchio sarà ospite del Circolo KINO (via Gramsci 71) dove racconterà la sua esperienza di puparo.
A parlare con lui l'attore e regista Matteo Belli.
Ingresso gratuito.

Scopri di più del progetto Uscite di sicurezza nella Reno Galliera>> 

Qui il volantino>>

Azioni sul documento