Tu sei qui:Home / Notizie / 2015 / Il colore che mi porto dentro

Il colore che mi porto dentro

Progetto educativo AVIS
Il colore che mi porto dentro

Il giorno 24 aprile 2015, presso gli spazi espositivi del Museo MAGI di Pieve di Cento, alle ore 10, alla presenza di Laura Pozzoli, Assessore all’Istruzione del Comune di Pieve di Cento, Dario Bresciani, Presidente Avis Provinciale Bologna, e Giovannino Albanese, Presidente Avis Comunale Pieve di Cento, sarà inaugurata la mostra degli elaborati degli alunni della Scuola primaria “Edmondo De Amicis”.

La proposta educativa, “Il colore che mi porto dentro”, è nata nell’anno scolastico 2011/12 da una collaborazione tra Avis Provinciale e le scuole primarie del territorio bolognese.

Avis Comunale di Pieve di Cento, con il sostegno del museo MAGI, ha promosso tale attività presso la Scuola primaria di Via Kennedy a Pieve di Cento. I laboratori didattico-creativi, curati da OBLO’ – educazioni artistiche per persone e luoghi – Bologna, hanno coinvolto 15 classi con la partecipazione di circa 400 bambini e i loro insegnanti.

Obiettivo principale del progetto è stato quello di conoscere Avis intesa come Associazione rivolta alla promozione della donazione di sangue, del corretto stile di vita, della conoscenza del proprio corpo, del suo funzionamento e di un adeguato comportamento alimentare.
Crediamo infatti che un percorso educativo e di avvicinamento al concetto della donazione volontaria contribuisca allo sviluppo di una cultura utile per diventare un adulto consapevole.
Gli stimoli educativi per sviluppare informazione e conoscenza rispetto al tema della donazione del sangue, sono l’arte e l’espressione corporea, formulati attraverso un percorso di 3 incontri per ogni classe con un linguaggio scientifico adatto ai bambini.
L’arte crea suggestioni, apre cassetti nascosti dentro di noi e soprattutto è meraviglia. Diventa quindi un ottimo punto di partenza per parlare di ciò che ci circonda e insegna ad osservare e confrontare esperienze..

La mostra resterà aperta nei giorni 24, 25 e 26 aprile dalle ore 10 alle 18.

Azioni sul documento