Tu sei qui:Home / Notizie / 2014 / Save Italy per Pieve di Cento

Save Italy per Pieve di Cento

Tutto esaurito per la serata con Philippe Daverio!
Save Italy per Pieve di Cento

Si completano con questo importante evento le cerimonie per la riapertura del Teatro e del Museo della Musica.

La presentazione del Museo della Musica vedrà infatti la partecipazione straordinaria del critico d'arte, giornalista e conduttore televisivo Philippe Daverio e del consulente museale Massimo Negri, che porteranno a Pieve SAVE ITALY.

Con Daverio si esibirà l'ensemble a pizzico CAPUT GAURI - Liuto gentile: musica italiana per ensemble a plettro tra ‘800 e ‘900

Caput gauri

Programma:

Rosario GARGANO (1879-1962) - Liuto Gentile

Giuseppe VERDI (1813 -1901) - Preludio Atto I da “Traviata” 

Luigi MOZZANI (1869-1942) - Au crépuscule

Carlo MUNIER (1859-1911) - Serenata dal Don Giovanni

Joseph SILVESTRI (1841-1921) - Serenade d’autrefois (Serenata Medievale)

Giuseppe BRANZOLI (1835-1909) - Fioretti tremuli

Giovanni Battista MARZUTTINI (1863-1943) - Spensierata Polka

Pietro MASCAGNI (1863-1945) - Intermezzo sinfonico da Cavalleria Rusticana

Giacomo SARTORI (1869-1946) - In barchetta sul Garda – Gavotta

Raffaele CALACE (1863-1934) - Rondò op. 127

Claudio MANDONICO (1957*) - Calace Rag

Giovanni GIOVIALE (1885-1949) - Tarantella 

mandolini: Stefano Maciga, Fabrizio Mangolini, Benito Turatti, Sergio Zigiotti
mandole tenore: Marco Barboni, Cristiano Pistone
chitarre: Giulio Arnofi, Lisa Brancaleoni, Alessandro Tessarin
contrabbasso: Marco Fusetti

L’ensemble a plettro Caput Gauri è stato fondato nel 1998, espressione dell’Associazione Musicale Pomposiana, un ente non commerciale che si occupa della promozione e della divulgazione della cultura musicale.
 “Caput Gauri” è l’antico nome di Codigoro, il comune del basso ferrarese dove ha sede l’antica abbazia di Pomposa, situata sulla via Romea, tra Ravenna e Venezia. In questo luogo di studio e sacralità, il monaco Guido ha inventato il metodo di notazione musicale che sta alla base della moderna scrittura musicale.
L’intento principale è la rivalutazione della musica originale o trascritta che rappresenti adeguatamente la sonorità e le peculiarità degli strumenti a pizzico.
Tutti i suoi elementi hanno pluriennale esperienza musicale in altri sodalizi: con questa formazione, vogliono approfondire ulteriormente lo studio e la ricerca del repertorio specifico.
Collabora assiduamente con strumentisti e cantanti di notevole caratura artistica, alla ricerca di repertori originali e di qualità.
L’orchestra è stata invitata a partecipare ad importanti manifestazioni in Italia e all’estero (Festival Giocoso a Graz in Austria; Rassegna Regionale della Federazione Mandolinistica, Festival Internazionale di Remiremont in Francia; XXXIX Stagione Concertistica “Musica Pomposa”; “Musei aperti” per la Sovrintendenza di Ferrara e Ravenna, “Musei di sera” a Trieste) riscuotendo consensi per la scelta dei brani e la qualità delle proprie interpretazioni.
L’ensemble ha al suo attivo due produzioni discografiche: il primo prodotto dalla “Qb Forme” dedicato alla musica italiana per strumenti a plettro e il secondo “DANZE E BALLI DAL XVI AL XXI SECOLO” Pretesti musicali per ensemble a pizzico.
Si è classificato tra i vincitori del III Concorso Internazionale “Giacomo Sartori” di Ala (TN) aggiudicandosi anche il “premio speciale” della giuria per la migliore interpretazione del brano composto dal musicista trentino al quale è dedicata la manifestazione.
 

 

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti - POSTI ESAURITI

Inviti presso la Biglietteria del teatro - URP del Comune di Pieve di Cento, dal 2 gennaio 2014

(orari: martedì 10-13, giovedì 16-18, sabato 10-13)

 

Azioni sul documento