Tu sei qui:Home / Notizie / 2014 / C.S.R. Ju Jitsu Shinsen

C.S.R. Ju Jitsu Shinsen

Due ori e un bronzo in Slovenia
C.S.R. Ju Jitsu Shinsen

Nei giorni scorsi si è svolto nello storico Sport Tabor situato a Maribor (Slovenia) il decimo Robj Rahij Open, competizione internazionale di alto livello che ha visto la partecipazione di 200 atleti provenienti da varie parti d’Europa. La gara è infatti un’ ottima occasione per verificare la preparazione atletica in vista degli appuntamenti più importanti di maggio, dove le categorie giovanili under 18 e under 21 saranno impegnate nei campionati europei a Lund (Svezia), e di giugno con i Senior che disputeranno la Coppa Europa a Bucarest (Romania). Gli allenatori della nazionale italiana stileranno la lista dei titolari dopo questo importante evento, prendendo in considerazione anche i piazzamenti conquistati ai campionati Italiani di Cento dello scorso febbraio.

La scuola pievese, C.S.R. Ju Jitsu Shinsen, ha schierato 4 atleti sul tatami sloveno: Linda Meotti e Matteo Melloni per la categoria a coppie mista under 18, Antonella Farnè per la specialità di combattimento femminile -52kg e Mattia Bulgarelli per la categoria children maschile +60kg.

Dopo l’iscrizione alla gara e il controllo del peso i nostri ragazzi hanno atteso l’inizio degli incontri, già sapendo chi sarebbe stato il loro primo sfidante. Ad aprire la giornata Linda e Matteo con la coppia montenegrina. Sembrano davvero preparati ed allenati, tanto che conquistano il parere favorevole della giuria superando gli avversari di 7 punti. Il secondo scontro vede dall’altra parte la coppia italiana Lara Maggio e Alice Rovigatti che, pur dando vita a una performance di tutto rispetto, pagano un po’ di inesperienza di gara e si arrendono alla coppia dello Shinsen. Si passa ora alla Slovenia. Sono bravi, veloci, potenti, sembra farsi dura per Matteo e Linda che riescono tuttavia a tirar fuori la grinta necessaria per chiudere lo scontro con 3 punti di distacco. Si passa in finale per la medaglia d’oro. I nostri ragazzi non ne avevano mai conquistata una sul tatami internazionale e sono tesi ma allo stesso tempo determinati a salire su quel gradino del podio. Ancora una volta si dimostrano grintosi, precisi e veloci, hanno ormai conquistato la giuria che non esita sin dal primo istante ad esprimere la preferenza. E’ oro! Matteo e Linda conquistano una splendida medaglia tra la gioia loro e dei loro genitori dopo 4 fantastici incontri.

Tra le esultanze e i festeggiamenti si attende l’inizio della categoria di Mattia, più o meno 4 ore dopo il termine del duo system misto U18. E’ il suo esordio sul tatami internazionale. Ha conquistato la medaglia d’oro ai campionati italiani e si è buttato in questa bellissima esperienza per crescere come agonista. “Io e Michele abbiamo pensato che poteva essere una bella esperienza per Mattia da vivere senza il peso di portare a casa un risultato a tutti i costi ma con la mentalità di imparare e divertirsi pur dando il meglio di sé” ci dice Sara, suo istruttore. La tensione si legge evidentemente sul volto di Mattia, ma la presenza di Michele, maestro dello Shinsen, al suo fianco sembra tranquillizzarlo un po’. Giunti sulla soglia del tappeto si scambiano qualche ultimo appunto sulla strategia di gara e si parte con l’incontro. Bulgarelli sta combattendo bene, sferra ottimi colpi e riesce a portare a termine tecniche di atterramento precise. Tuttavia l’avversario sloveno ha la meglio su di lui per un punto. Un po’ deluso Mattia si prepara per l’incontro successivo. Un infortunio subito dall’avversario nell’incontro precedente lo costringe a ritirarsi dopo pochi attimi di gara su consiglio dei medici. Bulgarelli si prepara allora allo scontro col montenegrino. Determinato più che mai a conquistare questa medaglia di bronzo dopo due minuti di combattimento l’incontro si chiude a favore dell’Italia per Full Ippon.

Al suo esordio Mattia Bulgarelli conquista una meritata medaglia di bronzo confessando la sua gioia per il risultato inaspettato. Si chiude la prima giornata di gare e, dopo una notte di riposo, è la volta di Antonella Farnè. La nostra già 5 volte campionessa d’Italia e vice-campionessa d’Europa U18 è alla sua terza esperienza internazionale. Antonella viene fuori da un brutto infortunio alla spalla e, dopo mesi di riposo e preparazione atletica, è tesa e volenterosa di riaggiudicarsi il suo posto nella rosa della nazionale. Il primo incontro sbaraglia letteralmente l’avversaria dopo solo 1 minuto e mezzo di combattimento e vola verso la finale. L’avversaria risulta tenace e la nostra Farnè la subisce un po’. I minuti di gara passano e i punteggi si sfiorano letteralmente. Una tecnica la porta a cadere sulla spalla precedentemente infortunata ma, col sostegno e il tifo di tutta l’Italia presente nello sport Tabor, Antonella si rimette in piedi e chiude l’incontro. E’ oro!

Non possiamo essere più fieri di come hanno combattuto i nostri ragazzi a Maribor dice il maestro Vallieri terminate le due giornate di gara.

Possiamo ora dire ufficialmente, dopo il comunicato del D.G. della nazionale Italiana Massimo Bistocchi che Linda Meotti, Matteo Melloni e Antonella Farnè vestiranno la maglia azzurra ai campionati europei di Lund il 24 e 25 maggio.

I ragazzi si stanno allenando duramente e sperano di tenere alto l’onore dell’Italia, di Pieve di Cento e dello Shinsen.

Azioni sul documento