Tu sei qui:Home / Notizie / 2013 / Posto occupato

Posto occupato

Pieve aderisce all'iniziativa

Stemma del Comune di Pieve di Cento

Per toccare con mano, anche se simbolicamente

il vuoto che ogni donna vittima di violenza lascia nella società

 

Il dilagare dei fenomeni di violenza contro le donne (124 le donne assassinate nel corso del 2012) rende quanto mai urgente l'attivazione di azioni efficaci per contrastarla. L'Amministrazione comunale e il Distretto Pianura Est si impegnano in tal senso già dal 2001 attraverso un progetto realizzato con la bolognese “La casa delle donne per non subire violenza” che promuove strutture di sostegno psicologico e sociale a favore delle vittime di violenza.

L’Amministrazione Comunale ha anche aderito all’iniziativa “Campagna 365 Giorni NO” e ha approvato una carta di intenti il cui obiettivo è creare una rete di collaborazioni estesa a tutti i Comuni affinchè si pongano al centro delle condotte amministrative azioni attive per contrastare il fenomeno e trasmettere alle vittime il messaggio che non sono sole.

In occasione della “Giornata Internazionale contro la violenza maschile sulle Donne”, proclamata per il 25 novembre, in collaborazione con le associazioni del territorio l’Amministrazione comunale promuove ogni anno iniziative di sensibilizzazione, e quest'anno ha quindi deciso di aderire a quella, lanciata a livello nazionale, denominata “Posto Occupato”.

L'iniziativa invita privati e istituzioni a riservare un posto in memoria delle donne uccise, affinché non siano sommerse dalla quotidianità e sia mostrato concretamente il vuoto che ciascuna di loro lascia nella società.

A Pieve, il Consiglio ha deciso di riservare a “Posto Occupato” due posti (una sedia dell’atrio del Palazzo Comunale e una nella Sala Consiliare) che saranno indicati con apposita segnaletica.

Posto occupato

I consiglieri di Pieve di Cento a termine della seduta del 28 novembre 2013

che ha approvato l'adesione a Posto Occupato

Azioni sul documento
archiviato sotto: