Tu sei qui:Home / Notizie / 2013 / 02.12.13 - Le vice-campionesse mondiali sono dello Shinsen di Pieve di Cento

02.12.13 - Le vice-campionesse mondiali sono dello Shinsen di Pieve di Cento

Un altro successo per gli atleti di ju jitsu pievesi

Riceviamo e volentieri pubblichiamo:

 

 

Ju Jitsu

Dal 22 al 24 novembre 2013 Bucarest è teatro della 5ª edizione dei campionati mondiali giovanili di jujitsu, specialità fighting, duo e ne waza.

Per la scuola Shinsen indossavano la maglia azzurra Camilla Memola e Stefania Picciuto (duo femminile U21), Matteo Melloni e Linda Meotti (duo misto U18), il maestro Michele Vallieri (allenatore azzurro Duo System) e Sara Paganini (accompagnatrice ufficiale).

Sabato 23, dopo il bronzo conquistato il giorno prima nel maschile U18 con la coppia siciliana, Vallieri schiera Memola/Picciuto nel femminile U21. Le ragazze sono alla loro esordio in azzurro «l'ansia era a mille perché quando sei ad una competizione in cui rappresenti il tuo paese senti che devi per forza essere all'altezza della situazione». 

Il primo incontro le vede sul tappeto contro le tedesche che hanno la meglio per una manciata di punti «la pressione ha giocato un ruolo determinante nella gara: abbiamo pagato un po' lo scotto dell'esordio» ci rivela l'allenatore azzurro. Ora si deve raddrizzare la rotta e l'avversario è ostico: le greche Goumaki/Stamouli. Match giocato sul filo del rasoio e alla fine sono le elleniche ad essere avanti di appena mezzo punto (lo scarto minimo in una competizione di duo system). 

Intanto, man mano che gli incontri del girone avanzano, sembrano già definite le sorti del girone: la Germania batte l'Olanda che a sua volta ha la meglio sul Montenegro già battuto in precedenza dalla Grecia. A metà Germania e Grecia sono a quota 4 seguite da Olanda a 2 e in coda Italia e Montenegro a 0. «Ad un mondiale può succedere di tutto e non è detto niente fino a quando non viene decretata la fine» ci rivela la Paganini; infatti ecco il colpo di scena: dopo la vittoria della Grecia sulle teutoniche, il Montenegro vince dalla Germania e l'Olanda ha la meglio sulle elleniche! Tutto è rimesso in discussione! Ora tocca a Camilla e Stefania rimescolare tutte le carte... e le giocano al meglio contro un Olanda determinata più che mai a portare a casa l'oro. Nella prima serie +1.5 punti e il vantaggio incrementa serie dopo serie fino alla vittoria Italiana. Ora la coppia Memola/Picciuto si gioca il tutto per tutto: se si vince contro il Montenegro si va a pari con Germania e Olanda e per la classifica varrà la "differenza punti"(l'analogo della differenza reti nel calcio). È un altra Italia che risale sul tappeto rispetto agli incontri della mattina: un Italia che travolge la coppia avversaria con un distacco di 5.5 punti; una prestazione che vale la medaglia d'argento! Camilla Memola e Stefania Picciuto sono vice-campionesse del mondo.

Un po' in chiaroscuro la prestazione della domenica di Matteo Melloni e Linda Meotti, che non riescono ad entrare a pieno in gara e chiudono comunque con un buon 7º posto finale. Degna di nota è la  loro performance contro la coppia Montenegrina, che poi vincerà il titolo iridato, con un distacco di appena mezzo punto; le speranze sono quindi più rosee che mai per i prossimi appuntamenti dei ragazzi dello Shinsen.

Soddisfattissimi i maestri Vallieri e Paganini nel vedere i loro allievi vice-campioni del mondo segno inequivocabile di una scuola seria e dai risultati indiscutibilmente eccellenti degli allievi. Da non dimenticare anche il contributo fondamentale nel sostenere i ragazzi durante tutto il loro percorso il CSR JUJITSU ITALIA del maestro Rovigatti e degli sponsor, Tonino Lamborghini e Marco Paganini CervedGroup per i maestri Vallieri e Paganini, e Beta e Milano assicurazioni per i ragazzi.

Ragazzi, continuate così a tener alto l'onore della nostra bella Italia e della nostra terra!

 
Azioni sul documento