Tu sei qui:Home / Notizie / 2013 / 20.11.13 - Le nuove donazioni alla Pinacoteca Civica

20.11.13 - Le nuove donazioni alla Pinacoteca Civica

Tredici nuovi gioielli per Pieve

L'assessore Cavicchi con il donatore Gianluigi Saraceni davanti alla Madonna lignea del XVIII sec.

Domenica 10 novembre, in occasione di SBAM!, s'è tenuta a Pieve la cerimonia inaugurale dell'esposizione delle ultime opere donate alla Pinacoteca Civica.

L'assessore alla Conservazione e valorizzazione del patrimonio storico e artistico Gianni Cavicchi e il dott. Graziano Campanini, dello staff tecnico di supporto alla giunta per la ricostruzione post sismica, hanno accompagnato i visitatori lungo il percorso e "raccontato" le nuove importanti opere.

Si tratta di una Madonna lignea dell'inizio XVIII sec. dono della famiglia Saraceni, una collezione di vetri artistici di Pino Signoretto su disegni di Alberto Martini, donazione Giorgio Anderloni, un vetro artistico di Archimede Seguso, integrazione alla donazione Maria Gioia Tavoni, una scultura di Sergio Zanni  ed una di Bruno Raspanti e infine gli acquerelli di Gianni Cestari tratti da Nuovi Mondi.

La cerimonia, alla quale hanno partecipato i donatori (che in alcuni casi, come s'è visto, coincidevano con gli artisti stessi), è stata introdotta dal sindaco Sergio Maccagnani e dal vicesindaco e assessore alla cultura Angelo Zannarini, i quali hanno sottolineato il valore del dono, in termini non solo artistici e di arricchimento della pur già ricca pinacoteca cittadina, ma anche in quanto segno - quanto mai significativo per i pievesi che ben vivo hanno il ricordo del sisma del maggio 2012 - dell'attaccamento che tanti nutrono per Pieve.

La Pinacoteca Civica di Pieve di Cento infatti, riaperta pochi mesi fa, raccoglie importanti opere che testimoniano la storia della Città (Loves, Scarsellino, Simone de’ Crocifissi, Zallone e altri) e al tempo stesso la vocazione che essa ha maturato nel corso dei decenni nella promozione e valorizzazione di artisti anche contemporanei (tra gli altri Alberghini, Cuniberti, Mascellani, SEPO).

Le tredici opere donate vanno così ad arricchire le collezioni permanenti della Pinacoteca, e la loro esposizione rappresenta il doveroso omaggio nei confronti di tutti coloro che hanno dimostrato e continuano a dimostrare uno speciale affetto verso il Museo e la sua cittadina.

L'importante corpus sarà ora visitabile nei week end di apertura della Pinacoteca, a ingresso libero.

 

... panoramica sulle opere, gli artisti e i donatori>>

... la galleria fotografica della giornata (foto di Gianluca Cludi)>>

... l'opuscolo delle nuove donazioni alla Pinacoteca>>

 

 

Azioni sul documento