Bando ristori Regione. Fondi per le imprese soggette a restrizioni per l'emergenza sanitaria

Pubblicata il 11 febbraio 2022 | Sviluppo economico

La Regione Emilia Romagna ha stanziato circa 30 milioni di euro per nuovi ristori alle imprese operanti nel territorio regionale, che svolgono determinate attività ed hanno registrato cali di fatturato per le limitazioni conseguenti all'emergenza sanitaria.

La percentuale di calo di fatturato e i periodi tra cui operare il confronto di fatturato cambiano di misura in misura e sono specificati nel relativo bando. Per le attività ammesse a ristoro si fa riferimento al codice Ateco risultante nella visura camerale.

La gestione dei ristori è stata affidata ad Unioncamere Emilia Romagna, cui è possibile rivolgersi per assistenza scrivendo a ristori@rer.camcom.it 

Le domande di contributo dovranno essere presentate dalle ore 10 del 15 febbraio 2022 alle ore 12 dell'8 marzo 2022

Le categorie beneficiarie dei contributi a valere sulla Linea B, quella che ci riguarda, sono:

1)   trasporto turistico di persone mediante autobus coperti: MISURA 1;

2)   parchi tematici, acquari, parchi geologici e giardini zoologici: MISURA 2;

3)   imprese che operano nel settore del wedding: MISURA 3;

4)   attività ricettive alberghiere con sede nei comuni con più di 30.000 abitanti: MISURA 4;

5)   imprese che esercitano attività di commercio al dettaglio in sede fissa e attività di commercio su aree pubbliche settore moda: MISURA 5;

6)   sale bingo e scommesse: MISURA 6;

7)  discoteche e sale da ballo: MISURA 7;

8)  agriturismi: MISURA 8;

9)  imprese culturali: MISURA 9;

10) imprese operanti nel settore dell'editoria: MISURA 10.


Per consultare il bando e avere maggiori informazioni:

Newsletter

Vuoi ricevere la newsletter settimanale
del Comune di Pieve di Cento?

Iscriviti