Tu sei qui:Home / Aree tematiche / Territorio e Ambiente / Ambiente e viabilità / Rifiuti / Porta a porta / Centro di raccolta (ex SEA)

Centro di raccolta (ex SEA)

Per la raccolta differenziata e materiali ingombranti

Magazzino Comunale Via Zallone, 32/34

orari: lunedì e mercoledì dalle 7.15 alle 12.45

sabato dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 16.30

Nei mesi di luglio e agosto al sabato sarà aperto solo al mattino dalle 7.15 alle 12.45. 

Con delibera di Giunta Comunale n. 106 del 29/12/2015 è stata disposta la “Condivisione dei Centri di Raccolta (ex stazioni ecologiche) dei Comuni di Pieve di Cento e Castello d’Argile”, pertanto dal 01/01/2016 è possibile, per tutti i cittadini di Pieve di Cento, conferire i propri rifiuti anche nel Centro di Raccolta Rifiuti di Castello d'Argile. 

Questi gli orari: 

Via Circonvallazione Ovest - Castello d’Argile
martedì 7.00-13.00
giovedì 14.30-17.30 
sabato 8.30-13.00 e 14.30-16.30


Visualizzazione ingrandita della mappa

Al termine dei lavori di ampliamento e adeguamento della Stazione Ecologica Attrezzata di Via Zallone 32 (progettati ed eseguiti da HERA SPA con Delibera di Consiglio Comunale n. 17 del 28 febbraio 2008), è stato approvato il Regolamento per la Gestione del Centro Raccolta.

Nel provvedimento sono state inserite norme riguardanti l’accesso e il funzionamento, mettendo a fuoco soprattutto le modalità di conferimento, i soggetti destinatari del servizio, le tipologie e le quantità di rifiuti che la Stazione Ecologica Attrezzata, ora definita dalla legge Centro di Raccolta, può accogliere.

Il centro di raccolta di via Zallone diventa un'opportunità, con l'introduzione del porta a porta, per il conferimento di tutte le tipologie di rifiuto fuori dei giorni di raccolta.

Il conferimento può essere effettuato da tutti i cittadini residenti (per tutte le tipologie di rifiuti differenziati) nonché da attività produttive e pubblici esercizi (limitatamente ad alcune tipologie  di rifiuto e compatibilmente con le capacità ricettive del Centro di Raccolta).

Le attività produttive e pubblici esercizi possono conferire:

  • imballaggi di carta e cartone
  • organico
  • vetro in bottiglie, damigiane e lastre (no vetri autovetture)
  • lattine in alluminio
  • rifiuti ingombranti metallici (reti, materassi ecc.)
  • rifiuti vegetali di sfalci e potature
  • imballaggi di plastica (bottiglie, flaconi, confezioni frutta e formaggi, buste e sacchetti, reti per frutta, cassette da frutta, reggette, vasi per vivaisti puliti, film di imballaggio , polistirolo espanso)
  • legno ridotto in volumetria (compresi mobili smontati)
  • metalli
  • pneumatici
  • oli vegetali e oli minerali
  • pile e batterie
  • farmaci scaduti
  • nastri e cartucce da stampanti e toner
  • apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE)
  • tubi fluorescenti (neon)
  • piccole quantità di rifiuti speciali (inchiostri, adesivi, vernici, contenitori T/F)
  • piccole quantità di inerti da demolizione derivanti da attività “fai da te“

I Rifiuti Differenziati sopra elencati, conferiti presso la Stazione Ecologica Attrezzata, sono assimilabili agli urbani se provenienti da attività direzionali, di servizio, commerciali al minuto, pubblici esercizi e simili, mentre, se provenienti da attività artigianali o industriali, lo sono se provengono da locali all’interno dei quali non si esercitano direttamente attività produttive. Per le attività artigianali l’assimilabilità è ammessa anche per attività di servizio alla residenza.

 

I cittadini residenti possono conferire:

  • carta, cartone ingombrante o da imballaggio e scatoloni ridotti di volume
  • vetro e alluminio (bottiglie e lattine)
  • contenitori classificati con i simboli "T","F",(varechina, vernici)
  • tubi catodici e lampade fluorescenti
  • ingombranti generici (mobilio)
  • materiali ferrosi
  • apparecchiature elettriche/elettroniche (televisori, computer)
  • frigoriferi, lavatrici
  • oli minerali e vegetali di frittura
  • toner e cartucce per stampanti
  • materiali legnosi (mobili)
  • pneumatici
  • vetro ingombrante (damigiane, lastre)
  • farmaci scaduti
  • batterie e pile esauste
  • sfalci e potature
  • inerti da piccole demolizioni domestiche
  • cassette in plastica PPE
  • abiti usati
  • filtri olio e filtri aria
 
I rifiuti differenziati sopra elencati dovranno essere conferiti suddivisi per tipologia e, per quanto riguarda gli ingombranti, possibilmente ridotti nel volume.
 
La quantificazione del materiale consegnato, effettuato tramite specifico sistema di pesatura, ha fini statistici per le utenze domestiche ed è obbligatorio per quelle produttive; la pesatura dei rifiuti differenziati darà luogo a specifica incentivazione economica rivolta ai cittadini maggiormente virtuosi.