Tu sei qui:Home / Aree tematiche / Servizi sociali, Scuola e Politiche giovanili / Servizi sociali / Edilizia sociale / Accesso ad alloggi a canone concordato (AMA)

Accesso ad alloggi a canone concordato (AMA)

I contratti a canone concordato, disciplinati dalla Legge 431/1998. generano benefici fiscali sia per i proprietari che adottano questo tipo di contratto sia per gli inquilini (purché l’alloggio sia utilizzato come abitazione principale).

L’Agenzia Metropolitana per l’Affitto (AMA) è uno strumento voluto dalla Provincia di Bologna e sostenuto dall’adesione di molti Comuni (tra cui Pieve di Cento) in grado di poter far incontrare domanda e offerta di abitazioni, a vantaggio sia di potenziali inquilini che hanno redditi troppo alti per accedere all'edilizia residenziale pubblica ma troppo bassi per sostenere gli attuali canoni di libero mercato, sia di proprietari di immobili privati che possono affittare in tutta tranquillità minimizzando i rischi connessi alla selezione degli affittuari e al mancato pagamento del canone di locazione pattuito.

I potenziali inquilini interessati possono fare domanda di accesso alla graduatoria presentando il modulo debitamente compilato all’Ufficio Servizi alla Persona.

Si tratta di un bando aperto, pertanto le domande possono essere presentate/ integrate/modificate in qualsiasi momento; con una periodicità di norma semestrale (ed, indicativamente, al 30 aprile e 31 ottobre di ogni anno) si procederà all'aggiornamento della graduatoria stessa.  

I proprietari potenzialmente interessati ad aderire possono telefonare al n° verde di AMA 800 213 114 oppure visitare il sito www.ama.bo.it trovando i riferimenti dei vari front-office autorizzati.

Avranno così maggiori informazioni sulle agevolazioni fiscali e tributarie possibili, nonché sulle tutele e garanzie previste da AMA a loro favore.

Per maggiori informazioni potete: