Omaggio a Umberto Eco

Un bibliografia dedicata
Omaggio a Umberto Eco

È morto Umberto Eco, uno degli intellettuali italiani più celebri al mondo. Aveva 84 anni, compiuti da poco, lo scorso 5 gennaio. Scrittore, saggista, semiologo, docente universitario. 

Eco è stato una presenza importante della vita culturale italiana degli ultimi sessant’anni, ma il suo nome resta innegabilmente legato, anche suo malgrado, a livello internazionale, allo straordinario successo del suo romanzo Il nome della rosa, edito nel 1980 da Bompiani e diventato ben presto un bestseller internazionale, con traduzioni in tutto il mondo e milioni e milioni di copie vendute.
Era Nato ad Alessandria il 5 gennaio. Lo scrittore che nella sua casa milanese custodiva rarità bibliografiche, nel 1961 aveva iniziato l’analisi della cultura di massa attraverso la filosofia e la semiologia.
Grande esperto della comunicazione, non ha mai perso la voglia di osservare la politica. Aveva appena lanciato una nuova casa editrice "La Nave di Teseo", E' stato anche storico collaboratore di Repubblica e de l'Espresso.

Libero docente nel 1961 e in cattedra da ordinario nel 1975, ha insegnato Semiotica a generazioni di studenti presso l’Università di Bologna e non solo; chiamato al Dams - storica e gloriosa avventura partita negli anni '70 - ha poi fondato il corso di laurea in Scienze della comunicazione: non più un laboratorio creativo ma cinque anni di studi con un forte taglio semiologico.
Dal 2008 guidava la Scuola Superiore di Scienze Umanistiche dell’ateneo bolognese ed era professore emerito. A Bologna l'università gli dedicò una festa per i suoi 80 anni.

Eco ha ricevuto 40 lauree honoris causa da università europee e americane. Nel giugno 2015 in occasione della laurea in comunicazione conferita dall'Università di Torino, Umberto Eco ha rilasciato severi giudizi sui social del web che, a suo dire, permette a qualsiasi imbecille di porsi sullo stesso piano di un vincitore del Premio Nobel, suscitando polemiche e un vivace dibattito.

Sigillum dell'Alma Mater
Proprio a giugno scorso, in occasione di Reunion, il raduno mondiale dei laureati dell'Università di Bologna, Eco aveva ricevuto il Sigillum Magnum dell'Alma Mater. "Non mi resta che imitare i nostri ciclisti vincitori di tappa: ciao mamma, sono arrivato ultimo, saluto gli amici del bar sport", aveva ironizzato alla cerimonia, avvenuta nell'aula magna di Santa Lucia davanti ai dottori di ricerca appena diplomati.
A loro aveva ricordato: "Aspetto solo il momento in cui sia abolito il valore legale del titolo di laurea, così le università migliori saranno premiate". Sempre davanti ai dottori di ricerca in tocco e toga, alla cerimonia nel 2012 in Piazza Maggiore, aveva pensato a loro, i giovani meglio formati: "Il mio appello al mondo imprenditoriale è che prenda molto sul serio chi ha avuto una preparazione dottorale, è un capitale umano che non va sprecato”.

Quale omaggio alla sua figura la nostra biblioteca propone i seguenti titoli disponibili per la consultazione ed il prestito:

  • A passo di gambero : guerre calde e populismo mediatico - Bompiani Overlook, 2006
  • Apocalittici e integrati / Umberto Eco - Bompiani, 1977
  • Baudolino / Umberto Eco - Famiglia cristiana, stampa 2003
  • Il cimitero di Praga - Bompiani, 2010
  • Come si fa una tesi di laurea : [le materie umanistiche] -Tascabili Bompiani, 1977
  • Dall'albero al labirinto : studi storici sul segno e l'interpretazione - Mondolibri, stampa 2008
  • Interpretazione e sovrainterpretazione : un dibattito con Richard Rorty, Jonathan Culler e Christine Brooke-Rose - Bompiani, 1995
  • Le forme del contenuto - Bompiani, 1971
  • L'isola del giorno prima - Bompiani, 1994
  • Il nome della rosa -Tascabili Bompiani, 2004
  • Non sperate di liberarvi dei libri - Bompiani, 2009
  • Il pendolo di Foucault - Bompiani, 1988
  • Le poetiche di Joyce - Bompiani, 1982
  • La ricerca della lingua perfetta nella cultura europea - Laterza, 1993
  • Il secondo diario minimo - Bompiani, 1992
  • Il segno - Mondadori, 1980
  • Semiotica e filosofia del linguaggio - Einaudi, 1996