Tu sei qui:Home / Notizie / 2017 / WikiLovesMonuments 2017

WikiLovesMonuments 2017

Concorso dall'1 al 30 settembre. Domenica 24 settembre passeggiata fotografica a Pieve
WikiLovesMonuments 2017

Per il terzo anno consecutivo il Comune di Pieve di Cento aderisce a WikiLovesMonuments e al concorso fotografico più grande al mondo sarà attivo dall'1 al 30 settembre 2017.

Tutti i cittadini possono partecipare, fotografando i monumenti registrati al progetto, ed inviando i propri scatti al concorso, contribuendo così a creare un libero database multimediale di immagini del nostro patrimonio, disponibile liberamente su Wikimedia Commons.

Domenica 24 settembre, con ritrovo alle ore 11.00 presso Piazza della Rocca, si terrà una passeggiata fotografica alla scoperta dei beni liberati. 

Per partecipare è necessario iscriversi QUI>>

Numero partecipanti: min 5 – max 40

Il percorso di visita pensato per domenica 24 Settembre, in concomitanza dello storico Mercatino dell'antiquariato e del riuso in programma ogni quarta domenica del mese, si focalizzerà sul tema monumento-anti-monumento e prenderà in analisi alcune specifiche architetture monumentali del passato (dal medioevo fino al Settecento), oggi riqualificate e riconvertite a contenitori museali e didattici, nonché altrettante architetture di recente realizzazione portatrici di una anti-monumentalità o di una nuova monumentalità altra, alternativa.

Il percorso avrà inizio alle ore 11 con ritrovo presso la nuova piazza della Rocca, la cui area circostante da questa estate è consacrata alle iniziative culturali della città, e inizierà con la visita al Museo delle Storie di Pieve, inaugurato nel 2015 all'interno dell'antica Rocca. Il percorso proseguirà verso la suggestiva Porta Bologna, risalente al XIV secolo e oggi sede dell'Archivio fotografico digitale Giovan Battista Melloni, nonché da questa estate inedito white cube per una prima serie di interventi espositivi temporanei realizzati da artisti italiani contemporanei di livello internazionale come Luca Pozzi e Angelo Sarleti. Sul tema 'monumento-anti-monumento', si ricorda inoltre che Porta Bologna insieme alla Rocca tra la fine del '700 e la prima metà del Novecento furono adibite ad abitazioni.

Da Porta Bologna è previsto successivamente un salto nel Presente con la visita al primo grande murale cittadino intitolato 64 Mani, realizzato da G.Loois, Tellas e Ciredz presso il cortile della nuova Casa della Musica e dunque confinante con questa nuova architettura d'avanguardia ideata da Mario Cucinella e architetti per la ricostruzione post-sisma del 2012, inaugurata lo scorso Maggio alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Da qui si ritornerà verso il centro della città con la visita a Porta Asìa (oggi Centro di Documentazione sulla lavorazione della Canapa). Da qui la visita proseguirà e si concluderà presso Piazzetta Battistelli dove è possibile ritrovare lo straordinario murale di grandi dimensioni dal titolo Reforestazione, realizzato nel 2014 dallo street artist italiano di fama internazionale Tellas con cui abbiamo deciso di terminare idealmente questo percorso di scoperta, riflessione, analisi e restituzione con tutti i partecipanti di Wiki Loves Monuments 2017 Pieve di Cento.

Beni fotografabili che partecipano al concorso:

1 - Archivio Storico Notarile, Piazza A. Costa 17

2 - Teatro comunale A. Zeppilli, Museo della Musica, Piazza A. Costa 17

3 - Pinacoteca Civica, Piazza A. Costa 10

4 - Reforestazione, murales di Tellas 2014, Piazzetta Battistelli

5 - Porta Asìa – Museo della Canapa, via Luciano Campanini

6 - Porta Bologna, via G. Matteotti

7 - Rocca, via della Rocca 1

8 - Porta Cento, via Garibaldi

9 - Porta Ferrara - Scuola di Liuteria, via G.B.Melloni

10 - Chiesa di Santa Chiara, via Galuppi

11 - Chiesa della Santissima Trinità, via Ss. Trinità

12 - 64 Mani, murales di G.Loois, Tellas e Ciredz, via Mastellari presso Cortile Casa della Musica

13 - Casa della Musica, via Circonvallazione Levante 63 e via Mastellari

Azioni sul documento